.

Sei dei nostri?

In allegato qui sotto il bando interno per offrire la propia disponibilità a svolgere servizi in emergenza.

"Non sappiamo quanto ancora durerà questa crisi e non sappiamo che forme prenderà nei giorni e nei mesi futuri. E’, però, sempre più probabile che, anche dopo che l’emergenza sarà passata, non sarà scontato tornare alle nostre vecchie abitudini e al nostro lavoro così come l’abbiamo lasciato. E’ necessario capire subito come riadattarci e come rispondere ai nuovi bisogni che i territori ci stanno mostrando. E’ necessario reinventarsi tutti insieme come cooperativa, ma è necessario farlo anche a livello individuale, come singolo operatore, per garantirsi la possibilità di adattarsi alle nuove prospettive. Adesso è necessario capire chi ci sta, chi è dei nostri in questo compito, certamente difficile ma anche necessario a tenere aperto il futuro, sia per le persone che andremo ad aiutare, sia per noi stessi come cittadini e come lavoratori."

Nei prossimi giorni e nelle prossime settimana, in base alle richieste che arrivano, i vari direttori preposti a gestirle contatteranno chi ha dato la propria disponibilità.

Sabato 28 marzo, ore 10,00 - Abbiamo già ricevuto 9 disponibilità da parte vostra e, grazie a una di voi, siamo riusciti ad attivare, adesso, un servizio educativo in Lomellina, evitando che una bambina, rimasta sola per via del ricovero di entrambi i genitori, fosse trasferita in comunità. Grazie di cuore alle persone che hanno già dato la loro disponibilità e grazie a coloro che non hanno smesso di lavorare e rimangono al loro posto nei servizi residenziali, nei servizi a domicilio ancora attivi, negli uffici e in tutti gli altri servizi rimasti funzionanti.

Sabato 28 marzo, ore 12,30 - Le vostre disponibilità sono salite a 20! Abbiamo pubblicato i primi chiarimenti e la tabella sull'uso dei DPI specifici per ogni tipo di servizio e per ogni tipo di situazione.

Sabato 28 marzo, ore 18,30 - Le vostre disponibilità arrivano ormai quasi a 30, ma ci servono con urgenza OSS e INFERMIERI per far partire un reparto per pazienti post acuti dimessi dagli ospedali e che devono completare la fase di recupero. Il reparto, che dobbiamo organizzare e far partire ex novo, sarà ospitato in una struttura che sarebbe dovuta essere una RSA, in provincia di Alessandria.

Domenica 29 marzo, ore 13,30 - Le adesioni salgono ancora: ringraziamo moltissimo tutti i soci e i dipendenti che hanno già aderito. Specifichiamo che si tratterà di lavoro normalmente retribuito, non di volontariato. Adesso, però, abbiamo bisogno di trovare assolutamente OSS e INFERMIERI per poter organizzare e attivare già domani un reparto post acuti in provincia di Alessandria: ci servono OSS e INFERMIERI!!

Lunedì 30 marzo ore 13,00 - Le adesioni sono salite a 41, così ripartite: 29 educatori/psicomotricista, 6 OSS, 3 ASA, 2 psicologi, 1 assistente sociale, ancora nessun infermiere. Dobbiamo attivare un reparto per postacuti in provincia di Alessandria e per questo ci servono 7 OSS e 4 INFERMIERI. Grazie alle disponibilità già date siamo invece in grado di rispondere alla richiesta di aiuto di un istituto riabilitativo in Oltrepo', che chiede per lo più educatori, e di una struttura per anziani, che ha bisogno di ASA/OSS. Grazie a tutti quelli che, fino a ora, hanno dato la loro dispponibilità.

Giovedì 02 aprile ore 13,30 - Grazie alla disponibilità di un gruppo prevalentemente di educatori e alcuni OSS, siamo riusciti a attivare un servizio di supporto, con turnistica, presso una struttura di riabilitazione psichiatrica per minori nell'Oltrepò alessandrino. Moltissimi ringraziamenti agli operatori che si sono resi disponibili e che stanno ora lavorando.

 

Ultimi aggiornamenti

Bando per l'erogazione di buoni spesa a sostegno dei soci lavoratori in FIS. Scadenza 20 maggio 2020.
Istruzioni e modulistica dell'Associazione Bancaria Italiana per richiedere alla propria banca l'anticipo del FIS