Direzione Sviluppo

Alla Direzione Sviluppo fanno capo l’Ufficio Gare e Progettazione, preposto all’acquisizione di commesse tramite gare d'appalto, finanziamenti o altre forme di progettazione, l'Ufficio Contratti, deputato alla stipula e gestione dei contratti con i clienti committenti, l'Ufficio Comunicazione e Azione Culturale, che si occupa dell'immagine e della comunicazione aziendale oltre che della promozione di iniziative culturali, e l'Ufficio Coordinamento Territoriale, preposto all'implementazione delle reti locali e allo sviluppo di partnership e politiche di territorio.

Staff di settore - Lorenzo Rancati Torrielli (direttore), Francesca Bosatra (capoufficio Ufficio Gare e Progettazione, Ufficio Contratti), Valerio Giorgetta (capoufficio Ufficio Comunicazione e Azione Culturale, Ufficio Coordinamento Territoriale), Stefano De Martini, Ilaria Ivancich, Matteo Mascherpa, Laura Trane (progettisti), Stefano Tentori (istruttore amministrativo).

Profilo del direttore - Lorenzo Rancati Torrielli

Lorenzo Rancati Torrielli (Crema, 8 novembre 1975) - Laureato in Filosofia all’Università degli Studi di Pavia, è socio di Marta scs dal 2001. Dopo alcuni anni nel ruolo di educatore, dal 2005 al 2010, ha coordinato servizi per disabili e per minori, alternando incarichi di formazione interni o esterni alla cooperativa Marta. Dal 2010 al 2015 è stato direttore di linea, mentre dal 2015 a oggi è titolare della Direzione Sviluppo. Oltre ai numerosi percorso formativi a taglio pedagogico, in relazione agli oggetti di lavoro della Direzione Sviluppo, si citano, fra gli altri: "Gli appalti di servizi dell’allegato II B dopo la conversione dei Decreti Legge 66 e 90 del 2014" (2015), "Europrogettazione 2014-2020" (2015), "Direzione e management dell'impresa sociale" (2016), "Gli appalti dei servizi sociali e specifici dopo il nuovo Codice degli appalti" (2017); "Gestire il processo di aggregazione e fusione tra imprese cooperative" (2017); "L'affidamento dei servizi sociali" (2019), "Collaborazione fra enti pubblici e soggetti del terzo settore" (2021).